Agricoltura biologica sociale - Colonia Agricola
15610
page,page-id-15610,page-child,parent-pageid-15592,page-template-default,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-7.3,wpb-js-composer js-comp-ver-4.4.3,vc_responsive

Agricoltura sociale

colonia-agricola-agricoltura-sociale-01
colonia-agricola-agricoltura-sociale-02

Siamo tutti persone imperfette.

 

Colonia Agricola si occupa di bioagricoltura sociale dal 1989, attualmente conta 15 addetti e sviluppa la sua attività su 4,5 ettari di terreno.

 

Bioagricoltura, o agricoltura biologica, significa che la coltivazione di frutta e verdura avviene esclusivamente attraverso l’impiego di sostante naturali: quindi niente pesticidi, diserbanti o concimi chimici. Ma non solo: significa anche rispettare la fertilità naturale del terreno con la rotazione delle colture, salvaguardare la biodiversità, restituire gli elementi nutritivi alla terra (regolamento CE 834/07).

 

Ma il valore aggiunto di Colonia Agricola è l’aspetto sociale.
Bioagricoltura sociale significa che la forza lavoro impiegata non è semplice manodopera. Le persone che si dedicano alla terra – nel rispetto dei suoi tempi, delle sue esigenze, della sua natura – sono donne e uomini speciali. Sono persone, normalmente in carico a istituzioni e a servizi sociosanitari locali, che attraverso il lavoro agricolo hanno la possibilità di ritrovare dignità e riscatto sociale.

 

Colonia Agricola è quindi un’impresa economicamente e finanziariamente sostenibile che utilizza la produzione agricola, e le attività ad esse connesse, per offrire alla comunità locale servizi formativi, occupazionali, educativi e culturali a vantaggio di fasce deboli della popolazione (disabili, ex tossicodipendenti, carcerati, anziani, ex alcolisti, disoccupati).
Tutto nasce e si sviluppa attorno alla sacralità del rispetto: rispetto della terra, della natura, delle persone, delle diversità e soprattutto delle imperfezioni.
Perché siamo tutti persone imperfette.